DOVE SI POSSONO RISPARMIARE SOLDI

Ci sono particolari sistemi costruttivi,tecniche,sistemi progettuali,scelte di materiali che ,in questa casa in particolare ma validi sempre,possono far risparmiare parecchi soldi sia nella costruzione stessa della casa che nella futura manutenzione e nel costo energetico.
Vediamo:
-Casa su due piani anzichè uno largo.Sebbene più scomoda per via delle scale una casa su due piani fa risparmiare la metà sul costo della platea che costa da 150 a 600 euro al mq a seconda della pendenza,delle acque possibili presenti ,del tipo di terra,della presenza della cantina.Inoltre su due piani permette di fare il piano sottotetto che se tenuto sotto la media ponderale di 240 cm implica il risparmio del 40% sui costi di fabbricazione,sui costi dovuti alla  dispersione termica,sui costi di urbanizzazione e tasse.
-Investire sull involucro permette un notevole risparmio,spendere 2-3 mila euro in più per migliorare le performance dell involucro porta a risparmiarne almeno una decina immediatamente sugli impianti perchè la minor dispersione farà si che nei calcoli relativi alla legge10 il fabbisogno energetico sarà molto minore e quindi minore saranno le potenze della caldaia o pompa di calore,e minore anche tutto il resto compreso il dimensionamento del fotovoltaico e termico.
E ancora più importante sarà il risparmio sulle bollette.
Nella nostra casa,una volta calcolato bene la dispersione e il fabbisogno energetico con i calcoli fatti da un tecnico abilitato (e attenzione perchè ci sono certificazioni da 4 soldi che sono fatte stile fotocopia)abbiamo stabilito di NON METTERE un impianto di riscaldamento vero e proprio ma vista la classificazione energetica raggiunta, A+,grazie ad involucro e serramenti,ma abbiamo optato per una macchina consigliata anche dai certificatori casa clima , la*******,che garantisce la ventilazione meccanica,il riscaldamento e il raffrescamento,tutto in una soluzione.
Il fabbisogno calcolato di 5 kwh termici a -6° di media è garantito da questa macchina che consuma 0,650kwh con un COP che raggiunge il 5. eventuali differenze sono garantite da una piccola pompa di calore montata in soggiorno che verrà accesa in caso di guasti o di temperature eccezionalmente rigide.
-Investire sui serramenti,con poche centinaia di euro si possono montare i terzi vetri e coibentare le tapparelle.sarebbe preferibile montare i frangisole o le tapparelle anziche le persiane.
-La progettazione.progettare tenendo conto degli apporti solari.Non mettere grandi finestre a nord.
-Il solaio interpiano senza massetto,La casa sarà leggera e quindi anche la platea.
un solaio che comunque sarebbe sempre di almeno 25 cm è più che sufficiente anche per   farci correre dentro gli impianti.
-Il massetto al PT si può fare anziche in cemento o calce in cellulosa e pannelli di legno con moderni e innovativi sistemi.Noi abbiamo scelto  Expander SE 12 + striscia coibente DP60.un sistema ecologico,ecosostenibile economico e pratico.
-Non fare i marciapiedi.un giro di marciapiedi intorno alla casa una volta piastrellato costa una decina di migliaia di euro.Tra l altro poco indicato nelle case di legno.meglio non farlo ma lasciare una trentina di cm di ghiaia da giardino in modo che dreni e mettere giù delle grosse beole o simili per camminarci.
-Un risparmio si ha nelle tasse di urbanizzazione che ,se la casa nella certificazione preventiva raggiungerà una classe albeno B,saranno calcolate non nell intera superficie lorda pavimento ma sulla netta.E qui torna utile aver speso qualcosa per il cappotto.
-La scelta energetica.Oramai è meglio,calcoli alla mano,fare impianti di riscaldamento e acs in pompa di calore. L'obbligo di installare il fotovoltaico e il suo autoconsumo portano la corrente ad essere il più economico dei sistemi.Più della scomodissima legna o pellets.O dell' inecologico metano.
                                            Immagine presa nel sito mydatec




Commenti