GLI IMPIANTI,ANZI I NON IMPIANTI

 INTANTO COME RISPARMIARE IL 30% DI CORRENTE SENZA FARE NULLA

(un aggionamento,facendo i calcoli del 2017,primo anno completo di residenza dentro questa casa di legno,abbiamo consumato,in 4 persone,quasi 1000 euro di corrente.Non potendo dividere la spesa energetica da quella per cucinare,luce,due pc dei figli costantemente accesi ecc ecc, son andato a vedermi i consumi elettrici di dove abitavo prima in quanto l'impianto di riscaldamento era a gas e quindi separato come spesa.
Ergo spendevo 800 euro annui di corrente. Quindi posso dedurre grosso modo che le spese di riscaldamento si attestano sui 200 euro annui. Questa cifra non considera i circa 400 euro che mi vengono restituiti anualmente dal gse per il ftw e nemmeno i kwh recuperati.Quindi come spesa energetica posso tranquillamente dire di essere in negativo.e con il contributo gse di essere addirittura in guadagno.
Sono assolutamente soddisfatto)

PER FAVORE METTIMI IL MI PIACE,CONDIVIDI

 La casa di legno non è dotata di domotica ma di diverse automazioni comandate singolarmente, tutti i frangisole sono a comando elettrico,abbiamo fatto installare un buon antifurto, tutta la casa è cablata con il cavo di rete internet e cavo usb, non abbiamo messo la tv e l antenna per scelta, ma solo le predisposizioni, ed è stato installato un sistema fotovoltaico con scambio sul posto,da 3 kwp. 

Nella casa di legno  non è presente impianto di riscaldamento, nemmeno impianto metano,niente legna o pellets,niente impianti atomici....solo corrente.





 

PER FAVORE METTIMI IL MI PIACE,CONDIVIDI
 



pannellino per il controllo della produzione del fotovoltaico collegato wireless

PER FAVORE METTIMI IL MI PIACE,CONDIVIDI
 
il fotovoltaico esposto a sud ovest



batterie di rinforzo in caso di bisogno per freddi estremi o emergenze, post pompa di calore, 1000+500 w,aiutano a riscaldare di più con impianto ad aria.ma solo in caso di necessità estrema o urgente





Oggi abbiamo acceso gli impianti, la pompa di calore da 250 lt per l acqua calda  e la pompa di calore\ventilazione per la climatizzazione. 
La casa non ha un impianto di riscaldamento vero e proprio.
Ha solo quasta macchina della mydatec che funge da vmc e da riscaldamento\raffrescamento in pdc. il consumo massimo è di 650w con un cop vicino al 5.

Il boiler per la produzione di acqua calda consuma 750 w con un cop di 4. i dati nelle didascalie. 
La casa di legno  al momento dell accensione era a 13 gradi,la temperatura esterna 2 gradi, per arrivare ad una temperatura  dell aria a 19 gradi ci ha messo 3 ore in pompa di calore con mezzora di aiutino con le resistenze.
Le pareti che erano fredde per arrivare a 18 gradi ci hanno messo 12 ore, che è pochissimo per una casa vuota e fredda . 
Ora i termostati staccano e attaccano per mantenere la temperatura. nessun rumore dalle bocchette.consumi irrisori. 
Anche se la macchina andasse in pdc continuamente senza staccare con i termostati per 20 ore al giorno consumerebbe (0,65kwx20=13 kw) 13 kw che moltiplicati per difetto a 18 cen il kw fanno 2.30 euro per 20 ore. Ma siccome quella macchina andrà si e no tre ore al giorno e per di più cè anche il fotovoltaico lascio  fare i conti a chi è più bravo.

PER FAVORE METTIMI IL MI PIACE,CONDIVIDI
 

Per eventualmente sapere specifiche più tecniche,il nome del costruttore,o dei tecnici,scrivetemi a gbykat@msn.com
Se dovete fare anche voi una casa di legno e avete in mente mille nozioni e molti dubbi,scrivetemi per le vostre domande e quando posso vi rispondo volentieri.

temperatura in entrata dalla pdc
temperatura in entra con la pdc più resistenze


ho messo un termometro sonda per verificare


la distribuzione della aria


pdc per la acs nuos 250 sys


mydatec per climatizzare mydatc 250


impianto acs con filtri e dosatore calcare
PER CORTESIA,SE HAI TROVATO UTILE QUESTO BLOG,SE TI E' PIACIUTO,CONDIVIDILO SUI SOCIAL,CLICCA ANCHE G+,E SE VUOI POI ISCRIVERTI PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI,NON RICEVERAI NESSUN FASTIDIO O PUBBLICITA'.PER ME E' IMPORTANTE ,PER IL LAVORO CHE HO FATTO. GRAZIE.


Ogni piccolo particolare di queste case deve essere previsto prima di "tagliare" la casa.La casa verrà infatti tagliata e premontata a singole pareti,in stabilimento.
Nelle pareti saranno già presenti le scatolette per la parte elettrica con i tubi che vanno a terra pronti per essere collegati tra loro.Saranno montati anche i tubi per l'acqua per la parte verticale e poi, in cantiere, l'idraulico provvederà a fare le dovute connessioni.In questo modo non si riapriranno più le pareti e la casa sarà montata in pochi giorni.
In poche parole nelle pareti viene inserito tutto quanto possibile e necessario per agevolare il più possibile il montaggio.
Tutte queste cose vanno studiate e disegnate in autocad(o simili) prima di tagliare la casa.
In ogni caso è possibile anche intervenire in cantiere per piccole modifiche e anche grandi.Ovviamente è meglio evitare per motivi economici e di tempo.
Saranno necessarie diverse riunioni negli uffici tecnici del costruttore dove si studieranno tutte le modifiche e le installazioni con i vari tecnici:idraulico,termotecnico,elettricista,architetto,strutturista,serramentista.
Fatto questo,raggiunte tutte le quadre,si firmano i disegni definitivi,detti esecutivi,che bisognerebbe non toccare più perchè saranno quelli che andranno alla macchina che taglia e inchioda la casa.


PER FAVORE METTIMI IL MI PIACE E CONDIVIDI

Commenti

  1. In che zona climatica sei? Com'è andata l'inverno scorso senza gas, la pdc + vmc sono state sufficienti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la vmc ha funzionato benissimo, mai aperta una finestra per arieggiare, nessun odore in casa, anche cucinando e nei bagni nessun problema di odore,condensa o umidità. la temperatura è rimasta costante in tutta la casa secondo termostati a 21,5 c°, in tutta la mansarda o dovuto chiudere le serrande della vmc-riscaldamento perchè faceva anche troppo caldo.ma non del tutto per garantire la ventilazione costante.il termostato di sopra non si è acceso una volta. stesso discorso nelle camere al pt. in soggiorno invece a causa delle grandi vetrate e della doppia altezza ,qualche volta è partito il termpostato di un calorifero elettrico. nei giorni più freddi ho acceso una delle resistenze in batteria da 500w. ma i 21,5 ki ha tenuti facilmente. il consumo in kw è stato leggermente inferiore al progetto come da L10. posso dire di essere soddisfatto.la produzione di ftv da metà novembre a metà gennaio è veramente scarsa. cmq io la casa l ho voluta così perchè mi son stufato di tagliare e usare legna ma se uno in una casa cos' ci mette una stufa ...deve veramente stare attento a tenerla bassa,per non aprir le finestre dal caldo.

      Elimina
  2. Ottimo! Quello che della tua esperienza trovo un gran risultato è l'indipendenza dal metano

    RispondiElimina
  3. invidiabile quanto hai fatto, unica cosa che non capisco è come mai solo 3 kw di fotovoltaico. Bello avere una casa tutta in legno che riscaldi con nulla a differenza della mia energivora che si fuma 23Kg di pellet al giorno.
    Non so in che zona climatica sei, ma spendi veramente poco.
    Hai tutta la mia invidia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao,abito in zona E. piuttosto fredda,e siamo in collina esposti a Nord.
      La casa consuma veramente poco,e qundi ancdiamo solo a corrente,e per di più una parte è prodotta dal ftw.
      e ci sono casse che consumano anche meno. 3 kw h di energia consumata per il riscaladamento veramente sono anche troppi. raramente arriviamo a 1150kwh , e staccano pure con il termostato.

      Elimina
    2. ho visto ora che abiti a 6 km da casa mia :) arrivo dal forum energiaalternativa

      io sono di cimbro di vergiate

      Elimina
    3. ciao, si aiamo vicini, proprio stamattina ho fatto in bici crugnola cimbro villa e il lago sotto.... quindi conosci bene le nostre temperature.....

      Elimina

Posta un commento